Jolanda di Savoia: Un istrice ritrovato e liberato

JOLANDA DI SAVOIA. L’istrice ha fatto ritorno a Jolanda di Savoia. Questo grosso roditore, il porcospino comune, si contraddistingue per il suo dorso irto di forti aculei lunghi una trentina di centimetri, bianchi e neri, sembra addirittura sia segno di buon augurio.

In Italia è ormai molto raro e nel territorio jolandino non se ne aveva segnalazione sin dagli anni trenta. Probabilmente impaurito dai fortissimi temporali di giovedì notte, l’animale deve aver perso l’orientamento finendo così per restare prigioniero dentro una canaletta cementata che costeggia la strada comunale prima della frazione di Le Contane.

Con l’ausilio di un largo e robusto guadino, prestato da un residente che materialmente ha poi eseguito il salvataggio, si è pensato quindi di portarlo subito, pur rimanendo in zona, nella vicina oasi naturalistica “De Bernardi”, in cui dovrebbe trovare un ambiente di sufficiente protezione.

Liberato, l’istrice si è quindi intrufolato nella fitta vegetazione recando scompiglio ed un fuggi fuggi tra le tante famiglie di anatre selvatiche. Alle operazioni di ricerca e salvataggio – oltrechè di successivo e finale recupero dell’animale, hanno partecipato il comandante dei vigili urbani di Jolanda di Savoia, l’assessore Andrea Luzzi e lo stesso sindaco Valerio Casalicchio.
(Walter Matteucci)
(tratto da “La nuova Ferrara”, 28.6.03)

Hits: 28