Aguscello: I misteri dell’ex ospedale psichiatrico

L’ex ospedale psichiatrico dei bambini di Aguscello
Notti da brivido anche Ferrara ha i suoi fantasmi
di Mauro Alvoni

FERRARA. L’articolo, assai interessante e pieno di misteri, è firmato da Sandro Mangiaterra sul penultimo numero del settimanale Panorama e l’argomento è quantomai stuzzicante: i fantasmi. Se ne fornisce una sorta di mappa sintetica, un piccolo elenco dei luoghi in cui avverrebbero strane e misteriose apparizioni, naturalmente sulla base delle tante segnalazioni di persone che sostengono di aver visto o sentito presenze. E fra questi luoghi figura anche Ferrara. Per la precisione l’ex ospedale psichiatrico infantile di Aguscello, dove ancora oggi gli ex bambini ricoverati si lamenterebbero per i maltrattamenti subiti. E a parlare del fenomeno e dei suoi risvolti sociologici, in un’intervista al settimanale, è il ferrarese Davide Venturini, avvocato della Sacra Rota ed esperto di paranormale. “Al giornalista – rivela Venturini – ho fornito una mappa dei luoghi “fantasmatici” e la mia valutazione sui fenomeni. La cosa è nata da una mia ricerca a livello nazionale sui luoghi coinvolti nei presunti fenomeni, una sorta di guida che verrà pubblicata da un editore, in cui oltre ad aneddoti, leggende e storie riferite, figurano anche indicazioni turistiche e itinerari del mistero, con un taglio comunque sobrio”. Fra le zone citate nella ricerca di Venturini compare appunto l’ex ospedale psichiatrico infantile. “Già da tempo – riferisce l’avvocato – c’è chi dice di aver sentito rumori e voci. L’interesse per Aguscello ha preso le mosse da un fatto vero, da quando mia figlia mi raccontò che alcuni suoi amici trascorrevano ore attorno a questo luogo, in effetti, specialmente alla sera, c’è sempre un gruppetto di giovani, quindi esiste un interesse per il luogo. La struttura naturalmente non è visitabile, in quanto pericolante, ma alla sua sinistra c’è un campo che la costeggia con una giostrina, dove qualcuno sostiene di aver visto correre il fantasma di una bambina oltre ad aver sentito le voci dei piccoli ex pazienti”. Nella guida di Davide Venturini figurano comunque altri siti di Ferrara e provincia “infestati” dai fantasmi, fra cui la Delizia del Verginese e addirittura il Castello Estense, al cui interno qualcuno avrebbe udito le voci di Ugo e Parisina. “La ricerca è comunque in aggiornamento – aggiunge – perché di questo genere di segnalazioni ne arrivano in continuazione”. Ma c’è da crederci ai fantasmi? Personalmente non ne abbiamo mai visti, ma ci hanno sedotto uscendo dalle pagine di struggenti racconti e da romanzi del brivido. Esistono? Sappiamo solamente che mettono i brividi lungo la schiena.

(tratto da “La nuova Ferrara”, 17.8.02)

Hits: 114