Il lavoro alla luce delle fotoelettriche
Il lavoro alla luce delle fotoelettriche
Il pomeriggio del 21 ottobre ai sifoni Contuga
Il pomeriggio del 21 ottobre ai sifoni Contuga
Il sindaco di Berra Capisani e il Presidente della Provincia Dall’acqua

La posizione dei sifoni Contuga
L’ampia zona che sarebbe stata allagata in caso di cedimento dell’argine

La sera del 20 ottobre 2000 e poi la notte tra il 20 e il 21, Serravalle, insieme a tutto il Basso Ferrarese, ha sfiorato la tragedia.

E’ avvenuto che alcuni sifoni, diciamo così “abbandonati” a metà strada tra Cologna e Berra, avevano creato una situazione di instabilità nell’argine del Po. Il rischio era di allagare tutta la zona del Basso Ferrarese fino a Iolanda di Savoia.

Per tamponare le falle create dai sifoni, si mobilitarono tutte le forze disponibili di Serravalle, Berra e Cologna. Si trattava di molti volontari nonché soldati e forze dell’ordine, vigili del fuoco e chiunque fosse disponibile per dare una mano. Si lavorò al freddo, alla sola luce delle fotoelettriche dentro un fiume la cui forza conoscono solo coloro che l’hanno provata da vicino.

Grazie alla fatica di tutte queste persone i “buchi” furono tappati e noi abbiamo potuto così salutare il nuovo sole con grande sollievo.

Hits: 431