giovedì, Luglio 18, 2024
News

BOSARO – ANCORA UN “ATTO OSTILE” NEI CONFRONTI DEL VELOX CHE VIENE SEGATO PER LA SECONDA VOLTA – ALTRI CASI NEL VENETO – E’ UNA LOTTA PER IL PORTAFOGLIO CHE E’ FUORILEGGE…

Bosaro – Ormai non ci sono dubbi: in Polesine è in atto una vera e propria rivolta contro i velox fissi. Nella notte tra il primo e il due novembre hanno segato, per la seconda volta, quello tanto temuto di Giacciano.

Non è una esaltazione di chi agisce, evidentemente commettendo dei reati, questo è innegabile. Ma una constatazione: qualcuno si è preso la briga di segare sistematicamente i dispositivi fissi per la rilevazione della velocità più “famigerati” in termini di multe.

Ad oggi, è stato segato due volte il velox di Bosaro, una volta quello di Mazzorno e due volte quello di Giacciano. La mano sembra sempre la stessa: quella di qualcuno che se la cava molto, molto bene con il flessibile, esegue un perfetto taglio alla base del palo che regge il dispositivo e poi si dilegua nella notte.

La cronologia degli assalti in Polesine: tra il 1° e il 2 novembre a Giacciano; a Mazzorno Destro, l’ignoto ha colpito nella notte tra il 5 il 6 agosto scorso; a Bosaro tra il 18 e il 19 luglio scorsi; a Giacciano tra il 28 e il 29 maggio; tra il 18 e il 19 maggio il primo episodio a Bosaro. Il fenomeno, tuttavia, non appare confinato alla provincia di Rovigo, dal momento che atti simili sono stati segnalati anche nel Padovano.

Intanto quello di Bosaro, sicuramente quello che più interessa ai ferraresi perché quella strada la percorrono di sovente, anche per andare al lavoro, è in fase di ripristino. Il primo cittadino ha annunciato che sarà istallata altra segnaletica maggiormente visibile, un “aiuto” per gli automobilisti più distratti.

(red).

Views: 56

Condividi: