In ricordo di ENZO RIODE ZERBINI: eccellente tipografo, cittadino e cristiano esemplare – di Giovannni Raminelli

Enzo Riode Zerbini è stato uno di quegli uomini che in un paese come il nostro, e non solo qui, non può essere commemorato con parole di rito quali: era un buon uomo, davvero una persona gentile, un cittadino esemplare eccetera eccetera. No. Per Riode bisogna dire qualcosa di più. Fu uno dei giovani di Azione Cattolica che in anni non facili del secondo dopoguerra seppe rimboccarsi le maniche per ricostruire il tessuto sociale e l’impegno della parrocchia ai tempi di quel grande ed indimenticabile parroco abate che fu Mons. Giuseppe Fabbri. Il grande ineguagliato carnevale serravallese lo ebbe fra i suoi dirigenti e collaboratori, con l’assistenza dei cappellani don Dino Rivani e don Alessandro Covelli, animatori instancabili dell’oratorio e della nascita e sviluppo a Serravalle delle ACLI. E contemporaneamente il lavoro in tipografia con i soci Wainer e Vincenzo, in quel di Ariano nel Polesine portando la ditta Artigiana Stampa a livelli di presenza e di prestigio proverbiali.

Zerbini aveva una conoscenza a tutto tondo ed impeccabile di grammature e tipi di carta, sapeva accogliere in modo gentile tutti i clienti, a tutti sapeva consigliare il meglio: dalle stampe a grande tiratura, ai manifesti, ai volantini, ai biglietti augurali; dalle rilegature a buon mercato a quelle curatissime per volumi di prestigio. per le enciclopedie, per le raccolte di atti comunali, raccoglitori, protocolli, registri e repertori. Fu uno dei collaboratori autorevoli per la stampa dei fogli parrocchiali in Serravalle con don Fabbri, e i suoi successori don Migliorati e don Padovani, ma lo stile di stampa e di impaginazione dei giornaletti delle parrocchie ferraresi e polesane portava il marchio dell’Artigiana Stampa, la tipografia che dalla piccola sede arianese quasi di fronte alla chiesetta di San Gaetano si spostò dapprima in via Mazzini per concludere dopo oltre mezzo secolo il proprio luminoso tragitto di vita e di lavoro in una bella sede nella zona artigianale. Quante volte proprio Riode in persona provvide a doni di carta per agevolare i lavori dei bimbi alla scuola materna delle Suore o per le scuole elementari e medie di qua e di là dal Po piuttosto che a conferire al macero le risultanze non più utilizzabili di carta e cartoni!

È stato un uomo generoso che non ha mai rifiutato di collaborare con i vari comitati fiera e culturali, con i responsabili di enti, club e associazioni. Pure lo ricordiamo doverosamente come collaboratore in Serravalle alla nascita del comitato di redazione del mensile parrocchiale “Dal Campanile“. Riode è stato anche uomo di solida fede. Non ha mai avuto timore di mostrarsi attivamente partecipe ai gruppi di preghiera per non parlare della sua autorevole presenza nel consiglio per gli affari economici e nella corale parrocchiale fondata e diretta da don Camarlinghi.

Concludo dicendo che Enzo Riode Zerbini ha seguito con competenza e solerzia molte delle pubblicazioni che in quarant’anni ho realizzato in favore della nostra parrocchia e della Casa di Riposo, o per conto del Comune di Berra e di altri enti e associazioni. È stato un gentiluomo, un cristiano d’altri tempi che non ha mai alzato la voce e che ha saputo improntare di sobria e serena presenza la sua attività e quella di quanti ha incontrato nel suo cammino. La malattia lo ha lungamente provato pur accudito amorevolmente dalla moglie e dall’affetto dei suoi cari. Noi lo ricordiamo con rispetto e ammirazione e lo annoveriamo fra i nostri compaesani che hanno lasciato un segno nel cuore e nelle opere senza clamori e senza inutili chiacchiere: ciao Riode, il Signore sia la ricompensa al bene che hai fatto nei giorni trascorsi in questa comunità che tanto hai amato!

Giovanni Raminelli

Hits: 392

Condividi: