LA MATEMATICA DEI CARBURANTI: IL PETROLIO RINCARA=AUMENTO DELLA BENZINA – IL PETROLIO DIMINUISCE=PREZZO INVARIATO

Perché quando il prezzo del petrolio aumenta di conseguenza aumenta anche il carburante ed invece quando il prezzo del petrolio cala il prezzo del carburante non cala oppure cala di poco?

È una domanda che ci siamo fatti un migliaio di volte ma alla quale non daremo mai una risposta. Ma la mente va subito ad una conclusione, che si chiama “accisa”.

E si, perché sappiamo tutti che sul carburante paghiamo anche il prezzo di cose che non hanno più senso, come ad esempio i 0,000981 euro per finanziare la guerra d’Etiopia (1935-1936). Le accise (poco meno di 20) incidono complessivamente per il 47% sul prezzo finale del carburante e poi c’è l’Iva al 22%.

In Italia le tasse pesano per il 61%, negli Usa per il 22%, e qui già si capisce perché da noi il carburante costa così tanto. L’emergenza sanitaria in corso ha abbassato drasticamente il prezzo del petrolio, ma non il prezzo del carburante, almeno in Italia.

La causa appunto della sovraofferta di petrolio è la pandemia in corso. Il lockdown dei 187 Paesi e l’arresto delle attività economiche mondiali ha causato un drastico calo della domanda. Prima della crisi il mondo consumava 100 milioni di barili di petrolio al giorno. Ora, secondo le stime dell’International Energy Agency si è scesi a 70 milioni di barili e la situazione proseguirà ancora per diversi mesi.

Ma ritorniamo in Italia. Il 69% del prezzo finale è composto da tasse mentre la componente “industriale” della benzina è il 31% del suo prezzo finale. Se il margine del gestore (circa il 4% per il titolare della Pompa di benzina) è all’incirca il 18% del prezzo (variabile su cui il gestore può agire), la parte “materia prima” vale solo per il 13% del prezzo alla pompa.

E comprende anche le variazioni del cambio euro-dollaro (se l’euro si rafforza sul dollaro costa meno anche approvvigionarsi di petrolio, che viene pagato in dollari Usa). In pratica, se su un ipotetico prezzo del carburante a 1,5 euro venissero tolte le accise, per incanto il carburante costerebbe poco meno di 0,80 centesimi: un bel viaggiare.

(ci.ci.)

Hits: 83