RIVA DEL PO – L'OPPOSIZIONE VA ALL'ATTACCO DEL COMUNE CHE SAREBBE INADEMPIENTE RELATIVAMENTE ALLE PROMESSE ELETTORALI – LA CAMPAGNA ELETTORALE E' TERMINATA, ORA BISOGNA AGIRE…

Riva del Po“Ci troviamo di fronte ad una situazione spiacevole di cui l’amministrazione del nuovo comune Riva del Po sta trascurando”. Inizia così la nota del gruppo di minoranza “Centrodestra Unito per Riva del Po“.

“Nonostante le promesse fatte  prima della campagna elettorale, quando il comune di Berra aveva provveduto alla razionalizzazione per elevare il livello dei servizi unificando il plesso scolastico delle medie sul capoluogo (chiudendo il plesso di Serravalle) e procedendo poi con una pomposa campagna elettorale nel 2019, in cui le promesse relative ai servizi scolastici non sono mancate anzi sono state le più ampie e sbandierate, siamo arrivati a gennaio 2020 con un nulla di fatto.

A distanza di alcuni mesi dalla segnalazione fatta agli uffici competenti del comune da parte di alcuni genitori, attraverso i rappresentanti, e da singoli genitori circa lo stato dell’impianto di riscaldamento, alla riapertura dopo le vacanze natalizie si verifica che il 50% delle aule è privo di riscaldamento e i ragazzi devono rimanere al freddo con il cappotto per l’intera mattinata con temperature molto rigide”.

Ma i consiglieri lamentano anche comportamenti discutibili da parte degli uffici e dell’amministrazione.

“Ci sono stati riferiti comportamenti scaricabarile tra ufficio tecnico e la parte politica, un rimbalzo di responsabilità, inattività e incompetenza che ha fatto si che molti genitori si siano sentiti derisi e impotenti di fronte ad una situazione inaccettabile”.

Per arrivare alla richiesta finale. “Siamo stanchi delle promesse di questa amministrazione, capace solo di galleggiare nella completa inattività. L’elenco delle promesse fatte e non considerate è lunghissimo e le risposte date a tutti gli interrogativi presentati dalle minoranze sono sempre inadeguate; ricordiamo alcuni esempi: infiltrazioni nella palestra di Berra, palestra di Ro che non si sa ancora se si può definire tale (ex cinema, ancora oggi così), teatro comunale di Berra ed altro.

Senza dimenticare l’intramontabile doposcuola, che ancora non parte. Le uniche risposte che si sentono sono “faremo” ma la campagna elettorale è finita da un po’ e le promesse non servono più, ora ci vogliono i fatti”.

(d.m.b.)

Hits: 414

Condividi: