RIVA DEL PO – LUNEDI’ 25 NOVEMBRE, IN OCCASIONE DELLA “GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE”, LE BIBLIOTECHE COMUNALI HANNO INCONTRATO GLI ALUNNI DELLE TERZE MEDIE

Riva del Po – Lunedì 25 novembre mattina in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne le biblioteche comunali di Riva del Po hanno incontrato gli alunni delle classi terze delle medie.

Prima a Berra con gli alunni della scuola “Ugo Foscolo” poi Ro con gli alunni del “Leonardo da Vinci” Cristiana (del gruppo di lettura di Berra), Alberto e Micaela, titolari della gestione biblioteche di Ro e Berra e l’assessore comunale alla cultura Silvia, hanno incontrato gli alunni.

L’assessore Silvia Brandalesi ha introdotto l’argomento, riportando i numeri dati dalle statistiche e sottolineando quanto questi numeri siano in continuo aumento, sottolineando che non è qualcosa che acccade agli altri, perché il 24 agosto scorso un femminicidio si è verificato anche nel nostro territorio, “dietro casa nostra”, ricordando la giovane Cinzia Fusi, barbaramente uccisa dal suo compagno.

Nell’incontro con gli alunni di Berra hanno letto Cristiana e Claudia Catozzi (giovane stegista universitaria) mentre a Ro hanno letto gli alunni.

Il testo, “La terra delle donne” è un romanzo della statunitense Charlotte Perkins Gilman vissuta a cavallo tra 800 e 900. Non è una denuncia argomentata sulla situazione femminile, ma un romanzo utopico in cui tre vecchi amici legati dalla passione per i viaggi e l’esplorazione si uniscono ad una grande spedizione finendo  in un luogo in cui scoprono un paese felicemente e pacificamente abitato da sole donne. Un paese che, sorprendentemente, funziona anche se è abitato solo da donne.

Dopo la lettura, durante la quale le classi sono state particolarmente attente, si è aperta la discussione ed i ragazzi sono spontaneamente intervenuti commentando i passaggi letti ed esprimendo le loro opinioni in modo chiaro e deciso. Hanno ribadito la necessità della donna di essere indipendente, quindi di lavorare per potere trovare la propria libertà e ancora prima studiare, per poter trovare un’occupazione.

Lo studio ci dà gli strumenti per arrivare ad affermarci nel mondo. Gli alunni hanno sottolineato che non ci sono lavori per uomini e donne, che tutti possiamo fare ciò che desideriamo, studiando e preparandoci. Alla domanda “ma ritenete possibile un mondo come quello proposto dall’autrice?” hanno risposto no, la donna deve stare bene e vivere libera ed indipendente non perché non ci sono gli uomini a primeggiare o a impedirlo, ma devono riuscire ad essere così in un mondo in cui gli uomini ci sono, è questa la vera sfida. Micaela, bibliotecaria per la cooperativa Le Pagine, ha sottolineato come sulla carta tante cose siano state ottenute dalle donne, ma all’atto pratico c’è ancora molto da fare. 

L’incontro si è concluso non prima di un piacevole intervento del vicesindaco Alberto Astolfi, presente nella doppia veste di amministratore e dipendente della coop. Le Pagine, che ha intrattenuto i ragazzi parlando di importanti figure femminili della storia passata quali Caterina II di Russia o Cristina  di Belgioioso, attiva patriota durante il Risorgimento. E’ stato un incontro davvero sentito da parte di tutti.

Non aleggiava l’impressione che i ragazzi fossero lì per perdere un paio di ore di verifiche o interrogazioni, erano davvero partecipi. Hanno fatto domande competenti e ciò dimostra che dietro c’è stato il lavoro di insegnanti che li hanno preparati ed informati in vista della giornata. L’incontro ha mostrato che la scuola fa la propria parte per far crescere questi nostri giovani in modo sano.

(cri.se.)

Hits: 41