Tunnel segreti dei templari scoperti sotto la città israeliana di Acri. Forse c’è il loro tesoro

Un tunnel dei templari nella città di Acre, già noto

Grazie alla tecnologia di telerilevamento LiDAR un team di archeologi ha scoperto una fitta rete di tunnel segreti sotto la città portuale di Acri, in Israele. Fu utilizzata dai cavalieri templari durante la Terza Crociata, e probabilmente serviva per trasportare oro dal porto alla famosa torre del tesoro.

Una spedizione di archeologi guidata dall’esploratore Albert Lin della National Geographic ha scoperto sotto la città portuale di Acri, in Israele, una fitta rete di tunnel segreti utilizzata dai cavalieri templari al tempo della Terza Crociata o Crociata dei re (1189 – 1192). Alcuni di questi tunnel sono già noti da molto tempo, ma quelli appena individuati sono sepolti e non sono mai stati esplorati dagli studiosi. Lin e colleghi hanno rilevato anche una casa di guardia e i resti di una torre ad essa associata. Forse si tratta della famosa torre del tesoro, dove i membri dell’ordine religioso cavalleresco trasferivano oro dal porto, proprio passando attraverso i tunnel segreti.

Per scoprire questa meraviglia archeologica, sepolta sotto metri di terra e roccia, il dottor Lin e colleghi si sono avvalsi della più moderna tecnologia applicata alle scienze. Nello specifico hanno sfruttato la LiDAR, acronimo di Laser Imaging Detection and Ranging, una tecnica di telerilevamento che attraverso impulsi laser permette di scrutare sotto la superficie senza dover scavare. Recentemente con la stessa tecnica un team di ricerca internazionale coordinato da ricercatori della Fondazione di Archeologia e Sviluppo (Londra) ha fatto emergere dalla foresta cambogiana i resti della spettacolare città perduta di Mahendraparvata.

Il famoso ordine dei cavalieri templari (Pauperes commilitones Christi templique Salomonis) si stabilì nella città di Acri – conosciuta anche come Tolemaide – per un centinaio di anni; vi arrivò attorno al 1.190 dopo Cristo, in seguito alla sconfitta del loro centro di comando a Gerusalemme per mano dei soldati guidati da Saladino. Il nuovo quartier generale dell’ordine religioso, nato dopo la Prima Crociata per proteggere i pellegrini europei in visita alla Terra Santa, fu costruito proprio ad Acri. Qui i cavalieri rimasero fino al 1291, quando furono costretti a trasferirsi a Limassol sull’isola di Cipro.

Oltre al quartier generale, si ritiene che sotto la città di Acri vi fosse anche la torre con il leggendario tesoro dei templari; potrebbe essere proprio quella rilevata dalla tecnologia LiDAR, utilizzata per non compromettere l’integrità dei monumenti storici della città israeliana. Al momento non sono ancora previsti scavi per accedere ai tunnel e alle altre costruzioni sotterranee individuate, ma è possibile che una spedizione venga organizzata in futuro. Gli scienziati guidati dal dottor Lin hanno utilizzato i dati laser per ricostruire al computer in 3D la fitta rete di tunnel dei templari. I dettagli di questa affascinante scoperta sono stati rilasciati durante una puntata della serie di documentari “Lost Cities” della National Geographic.

Andrea Centini

Fonte: scienze.fanpage.it

Hits: 8

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *