SERRAVALLE – I MISTERI DELLA CHIUSURA E DELLA RIAPERTURA DELL’AMBULATORIO PROTESICO DI COPPARO – IL FIGLIO DI UNA PAZIENTE STOMIZZATA PONE QUALCHE DOMANDA ALL’USL – SAREBBE BELLO CHE RICEVESSE UNA RISPOSTA…

Serravalle – Dopo la riapertura dell’ambulatorio protesico di Copparo l’ufficio stampa dell’usl di Ferrara ha emanato un comunicato stampa, precisando alcuni punti.

Un comunicato però che ha destato qualche perplessità nel familiare di una paziente stomizzata.

“Premetto che non è mia intenzione fare polemiche – spiega il figlio – ma non capisco il senso di questo comunicato, che mi ha messo molto dubbi. Per me, una volta riattivato il servizio a Copparo il chiarimento era già arrivato, con i fatti, che contano più delle parole. Sono proprio le parole che mi hanno destato dubbi e perplessità.

Palese che il servizio ambulatoriale per la distribuzione dei presidi c’è sempre stato, ma cercando di contattare il servizio telefonicamente non mi è stato possibile, sia con numero diretto, sia tramite centralino che attraverso l’urp.

Ma voglio ancora ribadire che va benissimo così, l’importante è che il servizio sia ritornato a Copparo, tra l’altro in un ambulatorio dove mi trovo benissimo perché se ho problemi con l’orario mi accordo sempre con il personale.

Per quanto riguarda l’intervento a domicilio in questi 2 mesi di chiusura a Copparo. Sarebbe utile capire sulla base di quali criteri sono stati scelti i pazienti per la consegna a domicilio e quanti sono stati. Per concludere vorrei capire se è stato l’articolo di protesta apparso sui media a spingere i responsabili alla riapertura dell’ambulatorio di Copparo oppure se era già tutto programmato per la riapertura ad agosto, perché allora non capisco lo spostamento del mio appuntamento che già era fissato per agosto”.

(m.b.)

Hits: 57