LUNGA VITA ALLE “FRECCE TRICOLORI” – di Leonardo Peverati –

Sembra che qualcuno stia pensando che le spese sostenute per le “FRECCE TRICOLORI” siano esagerate: bisogna ricorrere ai finanziamenti dei privati.

In Italia si discute di risparmiare su tutto ciò che non riguarda i politici e le nostre istituzioni politiche. A fronte quindi di un Quirinale che ci costa più dell’Eliseo in Francia, di parlamentari in carica e no, che godono di benefici vergognosi, di Regioni, che sono sperpero di denaro pubblico allo stato puro e ancora di Regioni che mantengono “Ambasciate Regionali” in quà e in là per il mondo, a far cosa non si sa, mettiamo in discussione le FRECCE TRICOLORI.

Le “FRECCE” non sono uno scandalo, sono un orgoglio nazionale. Rappresentano il meglio della preparazione tecnica che l’uomo possa raggiungere. Sono piloti e atleti riconosciuti come i migliori al mondo e il mondo ce li invidia.

Quando arrivano loro, in quà e in là per il globo, arriva la “Bella Italia”, quella vera, quella alla quale tutti dovremmo aspirare.

Quando in quà e in là per il mondo arrivano le immaghini dei nostri TG, arriva l’Italia spesso delle “cariatidi”, dei “politici che non mollano mai quella sedia”, dei “soloni di stato” che solo un popolo oltremodo remissivo, continua a compatire.

Viva quindi le “FRECCE TRICOLORI” e quello che esse rappresentano!

Leonardo Peverati

Hits: 0