BERRA, FINALMENTE SONO INIZIATI I LAVORI DI SFALCIO DELL’ERBA SULLA STRADA PROVINCIALE 12

 

Berra. (dall’inviato Luccico) Finalmente una bella notizia. Sono iniziati i lavori dello sfalcio dell’erba sulla strada provinciale 12. “Hanno iniziato da Cologna ed andranno fino ad Ariano” che significa tutta la strada provinciale che riguarda l’ex comune di Berra.

A darne notizia è l’assessore comunale ai lavori pubblici Filippo Barbieri, ma anche i numerosi cittadini che quotidianamente percorrono questa strada. Le denunce e le proteste per l’erba alta in questi giorni si sono sprecate. Un problema annoso e gravoso che si presenta tutti gli anni e che andrà discusso anche nel prossimo consiglio comunale in quanto il gruppo di opposizioneCentrodestra unito per Riva del Po” ha presentato una interpellanza per sapere appunto quale sia la situazione.

La risposta è pressoché questa e, visto che il consiglio si terrà il 18 settembre prossimo, potrebbe essere che lo sfalcio sia già terminato. Ma vi sono anche le strade interne, quelle di pertinenza comunale. Non sono molte quelle con l’erba alta, anche perché molti frontisti hanno l’uso del fai da te, ma alcune ce ne sono. La macchina comunale in questi giorni è passata ed anche qui ha fatto il suo dovere, anche se un alcune parti lo ha fatto a metà, come ad esempio in via Viara, tagliando l’erba solo dalla parte del canale mentre sotto il guardrail l’erba è rimasta alta (come si può vedere dalle foto) tanto che in alcuni punti si riversa sulla strada. Ma la macchina operatrice non arriva dappertutto.

Dulcis in fundo le proprietà private. Nota dolente. Soprattutto a Berra. Luoghi privati abbandonati ed invasi dall’erba che oltreggia le proprietà attigue. Ma qui l’amministrazione comunale poco può fare. Previa denuncia intervenire con richiamo ufficiale, come nel caso del “Borgo dei fiori”; con multe come seconda razio; per finire intervenendo in prima persona.

Va ricordato che l’intervento in prima persona è l’ultimo passo, che ci si arriva dopo un lungo tragitto burocratico. Ma la cosa più importante è che questo intervento viene a carico dell’amministrazione comunale e cioè a carico dei contribuenti/cittadini.

Dopodiché l’amministrazione comunale si rifà sulla proprietà per richiedere il rimborso, difficile da recuperare. Meditate gente, meditate.

Hits: 6