Volano: Pensionato innamorato e piromane

VOLANO. Si può essere innamorati «focosi» anche se si è in pensione. La dimostrazione arriva da quanto accaduto all’inizio di aprile, quando un anziano di Volano avrebbe incendiato due auto parcheggiate nel cortile di una palazzina di Porto Viro. A lui sono risaliti dopo un paio di settimane di indagini i carabinieri, che l’hanno denunciato a piede libero per danneggiamento aggravato e violazione di domicilio.
Nei guai è finito O.B. – di 76 anni – pensionato abitante a Volano. L’anziano è indagato dai carabinieri della stazione di Porto Viro. Dagli accertamenti il pensionato avrebbe appiccato il fuoco perchè lasciato dalla madre del proprietario di una delle due auto incendiate.
Quella sera a Porto Viro era stata sfiorata la tragedia: le fiamme avevano avvolto i contatori del gas metano e lambito il condominio in corso Risorgimento. Solo il provvidenziale intervento dei vigili del fuoco di Adria aveva scongiurato il peggio. L’incendio era divampato verso le 21 del 3 aprile e in pochi secondi le fiamme avvolsero una Opel Zaffira (andata distrutta) e una Fiat 500 (danneggiata). Nel palazzo c’erano i proprietari che avevano appena ultimato di cenare. Un episodio oscuro, immediatamente definito doloso. L’indagine dei carabinieri l’ha confermato e sono arrivati sulle tracce del pensionato di Volano. Nel corso della perquisizione, disposta dal procuratore Zen, i militari hanno trovato nella casa dell’uomo una tanica contenente lo stesso liquido usato per l’incendio: benzina verde. Il movente sembra passionale. Il pensionato, dopo una lunga convivenza, era stato lasciato dalla madre di uno dei proprietari dell’auto e dopo alcune minacce era passato alle vie di fatto.

(tratto da “La nuova Ferrara”, 15.5.02)

Hits: 11