mercoledì, Luglio 17, 2024

BERRA – HA TERMINATO PER ORA IL SUO VIAGGIO GIANLUCA MANTOVANI “VAGAMONTI” – CON L’ARRIVO A PREDIOL SI SONO CONCLUSI GLI OLTRE 2500 KM PREVISTI – PER SEGUIRLO CI SI PUO’ COLLEGARE AL SUO SITO WEB

Berra – Era passato da Berra e Cologna il 22 giugno scorso ed ora Gianluca Mantovani “Vagamonti” domenica 10 luglio è arrivato alla meta, dopo aver percorso oltre 2500 chilometri a piedi con la sua fidata Tosca, un border collie tutto sprint e dinamismo.

Nelle due serate di permanenza Gianluca ha incontrato i cittadini di Berra e Cologna, in un caloroso e virtuale abbraccio con tutti i suoi “compaesani”: papà di Berra e mamma di Cologna, entrambi scomparsi. La sua è un’iniziativa a dir poco singolare: valorizzare le bellezze dei piccoli borghi italiani e diffondere la conoscenza delle malattie autoimmuni, delle quali Lui è portatore. 

Il cammino a piedi lungo i sentieri e i tratturi italici vuol essere l’esempio plastico e tangibile che con la malattia si può convivere senza che essa prenda il sopravvento sulla vita delle persone. E così è stato. All’arrivo a Predoi Gianluca è stato accolto con un caloroso abbraccio e con lui tutti gli amici che ha rivisto e conosciuto durante questo viaggio, tutti radunati in uno schermo gigante predisposto dalla Proloco di Predoi in collegamento via web.

“Ho voluto così ricordare e unire tutti quelle persone che hanno lasciato un segno durante questo mio cammino, perché mi hanno aiutato e sostenuto – ha detto Gianluca, visibilmente commosso e non riuscendo a trattenere le lacrime – ringrazio tutti per quanto affetto e vicinanza che mi avete dimostrato. Qui finisce il mio cammino e devo dire che ci voleva, perché sono un po’ stanco, però non finisce la mia avventura, anzi, ora inizia la parte più difficile, con la divulgazione e il coinvolgimento di tutti per raggiungere il mio traguardo. Ho capito che c’è umanità, da sud a nord, e con questo spirito sarà possibile portare avanti questo progetto”.

Gianluca ha poi scambiato alcune chiacchire con i medici e i responsabili delle associazioni che lo hanno seguito, dove non sono mancate le battute. Per chi fosse interessato al progetto Vagamonti può farlo seguendo le novità sul sito www.vagamonti.it oppure sulla pagina Facebook Vagamonti.

(d.m.b.)

Views: 1

Condividi: