sabato, Luglio 20, 2024
Politica

SERRAVALLE – ELEZIONI – RIVA DEL PO CAMBIA – MERCOLEDI’ 29 MAGGIO PRESSO IL CENTRO CIVICO – INCONTRO SU “SICUREZZA E SOCIALITA'” – SERATA INTERESSANTE E PROPOSTE CONVINCENTI

Serravalle – “Sicurezza e Socialità” è stato l’argomento trattato dalla lista “Riva del Po Cambia”, nell’incontro che si è svolto nella serata di mercoledì 29 maggio a Serravalle, un importante momento di riflessione e discussione sul tema che sta molto a cuore alla lista del candidato sindaco Francesco Robboni.

Dopo l’avvio inconsueto della serata, con l’inno di Mameli intonato dal clarinettista Matteo, l’introduzione della candidata consigliere Cinzia Milani. Ospiti della serata Alessandro Balboni ( presidente Fdi Ferrara), Marco Mantoan ( segretario UDC Ferrara) e Gianni Tonelli ( presidente onorario SAP..sindacato autonomo polizia): quest’ultimo, con un massiccio intervento sulla sicurezza, prima a livello nazionale poi a livello locale, ha “dispensato” numerosi e preziosi suggerimenti.

Poi la parola è passata al candidato sindaco. “Il problema della sicurezza è uno dei punti del nostro programma che ci sta più a cuore – ha detto Francesco Robboni – perché sta diventando sempre più preoccupante anche a Riva del Po. A differenza di altre liste, che continuano a presentare i loto candidati, nei nostri incontri abbiamo scelto di presentare il nostro programma, perché i candidati già li vedete, a partire dal sottoscritto.

Qualcuno parla di buche sulle strade, noi cerchiamo la soluzione affinché la buca non si presenti più. Qualcuno preferisce scrivere cosa non funziona su Facebook, noi preferiamo trovare la soluzione definitiva al problema”. Poi una lunga disquisizione degli avversari alle prossime elezioni, per rimarcare che Riva del Po Cambia è l’unica lista firmata da partiti – presenti sul simbolo – che ci hanno “messo la faccia”.

Poi il candidato entra nel merito della sicurezza locale. “La tranquillità e la serenità di un tempo sono ormai un ricordo lontano – prosegue il candidato sindaco – Siamo consapevoli che molto dipenda dal vuoto legislativo che non affronta il tema nel modo giusto, ma riteniamo che qui manchi anche il tassello locale per fronteggiare la difficile situazione venutasi a creare.

Qualche mese fa abbiamo incontrato l’amministrazione locale su questo tema e abbiamo scoperto con nostra grande sorpresa che il problema non esiste, che va tutto bene, e che i nostri concittadini sono felici e contenti. Invece a noi i cittadini dicono che sono sempre più preoccupati”.

“Le nostre proposte – ha detto Francesco Robboni – il controllo di vicinato, agenti di polizia locale impegnati per il controllo del territorio, oltre a telecamere e taser, che fino ad ora sono state totalmente ignorate”. “La sicurezza non è di destra o di sinistra – conclude Robboni – non è solo di qualcuno e non di altri. La sicurezza è un bene di tutti! E non dobbiamo permettere a nessuno di portarcela via”.

(dmb)

Views: 97

Condividi: