mercoledì, Luglio 17, 2024
Politica

RIVA DEL PO – ELEZIONI – QUESTA GIUNTA FA LE COSE ADESSO CHE SIAMO VICINI ALLE ELEZIONI DICONO SIMONI E ROBBONI – MA ASTOLFI NON CI STA: CI SONO DEGLI OBBLIGHI DA RISPETTARE…

Riva del Po – “In questo fine mandato il sindaco sta provvedendo a portare a termine diverse progettualità, molte di più di quelle fatte in tutta la legislatura”.

Daniela Simoni, consigliere di minoranza e candidata sindaco alle prossime elezioni amministrative comunali di Riva del Po, ritiene “politicamente scorretto” il comportamento messo in atto dal sindaco uscente Andrea Zamboni. “Manovre di semplice e spicciola propaganda elettorale – aggiunge Simoni – tanto per far vedere che qualcosa ha realizzato. Basta però guardarsi attorno per capire che questa amministrazione, in cinque anni di governo ha fatto nulla o poco piu”.

“Ma soprattutto un atteggiamento amministrativo e politico che denota il poco rispetto nei confronti di chi verrà dopo di lui, oserei dire anche per il suo vice, ora candidato. Sono pochi i progetti urgenti che meritavano di essere portati a termine in questa fase legislativa, come ad esempio l’appalto della pubblica illuminazione, discusso opportunamente in consiglio comunale.

A 20 giorni dal voto occorreva limitarsi all’ordinaria amministrazione, come d’altra parte ha fatto per un’intera legislatura. A mio parere dunque la maggior parte degli interventi che la Giunta sta concretizzando si potevano anzi si dovevano procrastinare. Sono solo interventi di facciata, fumo negli occhi, irrispettosi dei candidati e delle loro proposte”.

Nel merito arriva anche il giudizio di Francesco Robboni, candidato sindaco per Riva del Po Cambia, più distaccato dalle istituzioni. “Non faccio parte del consiglio comunale – premette Robboni – e quindi il mio è un giudizio da cittadino che segue la politica amministrativa locale. Rilevo che alcune cose, come ad esempio la pubblica illuminazione o il recupero del Bicigrill, non dovevano aspettare. Molte invece hanno lo scopo di facciata, come ad esempio le “pezze” d’asfalto, posizionate qua e là, pare senza un vero programma di recupero. Insomma, gli interventi vanno fatti bene, farli così l’intento denota un senso di facciata”.

“Se le cose vengono fatte in questo frangente di legislatura non è certo per scelta ma per una scadenza fisiologica delle cose intrapprese”. Inizia così il commento dell’attuale vicesindaco e candidato alle prossime elezioni, Alberto Astolfi. “Il programma, che tutti noi della maggioranza abbiamo condiviso, me compreso, ci ha portati lunghi, per tutta una serie di motivi, già più volte spiegati, ed ora siamo all’applicazione di quanto programmato. Nulla di premeditato, come stiamo spiegando agli elettori, anche in modo dettagliato, durante questa campagna elettorale”. Poi un commento sulla campagna elettorale in atto.

“Continuo e ripeto che la mia, la nostra, quella di Uniti per Riva del Po, sarà una campagna elettorale tranquilla, senza attacchi frontali, dove accettiamo dialoghi e discussioni costruttive, mentre lasciamo ad altri “le scalmane” elettorali”.

(dmb)

Views: 125

Condividi: