BERRA – IN COMUNE VOLANO GLI STRACCI – ALLE DICHIARAZIONI DI DANIELA SIMONI RISPONDE L’ASSESSORE POZZATI: “LA SIMONI SUI SOCIAL NON E’ D’ACCORDO MA IN CONSIGLIO VOTA A FAVORE…”

MARCO POZZATI

Berra – L’ultima presa di posizione della consigliera di minoranza Daniela Simoni (Gente di Riva del Po) non è stata ben digerita dall’assessore Marco Pozzati, che interviene in merito.

“Siamo alla solita mistificazione delle verità… Nel frattempo bisognerebbe spiegare perché Daniela si è dichiarata soddisfatta della risposta sull’interpellanza sul decoro urbano (ringraziandomi anche su quella relativa alla scalinata di Guarda) e perché ha votato a favore degli equilibri di bilancio, approvando di fatto l’operato dell’amministrazione.

Ricordo che in questa sessione si andava ad  approvare un milione di euro di abbattimento mutui che andranno a liberare 67000 euro annui fino al 2044. Lascio a voi i conti sul risparmio in spesa corrente, cioè per i servizi al cittadino o per assunzioni in servizi oggi in affanno… In più si andavano ad integrare capitoli sugli investimenti che tra il 2021 e il 2022 vedono stanziamenti per oltre 2,3 milioni di Euro.

E tutte queste cose sono agli atti così come i voti favorevoli del consigliere Daniela Simoni. Capisco la perenne campagna di diffamazione di questa giunta facendo passare tutti per un branco di incapaci, ma spostare sempre il luogo del confronto su facebook invece che nel consiglio comunale, serve soltanto a sviare quelle che sono le reali capacità amministrative del consigliere Simoni.

Dove sono le proposte? Bilancio alla mano, dove sono le eventuali proposte alternative con le relative variazioni di spesa? Non esistono! E non esistono per il semplice motivo che dopo tanti anni di consiglio comunale spesi a fare opposizione, non è mai evidentemente entrata nel merito delle cose ma le ha sempre affrontate con la sfrontata superficialità della propaganda.

Troppo poco per pensare di salire in cattedra a dare lezioni. Non mi permetto di insegnare nulla a nessuno ma passa una grande differenza tra chi, come me, è in comune tutti i giorni, a contatto con le problematiche dei cittadini e del personale e chi invece tutti i giorni, racconta una realtà alternativa sul proprio profilo social.

Governare non significa dare ragione a tutti sui social network. Significa affrontare i problemi, analizzarli ed approntare delle soluzioni. Governare significa dire sì e dire no. Significa fare ciò che si può e se possibile adattarlo a ciò che si vorrebbe… Non c’è spazio per la propaganda. Non c’è spazio per una realtà alternativa.

Esiste Riva del Po con tutti i servizi che andavano rivisti e ricostruiti da zero. E come nel caso del decoro pubblico, prima di affrontare nuove situazioni, bisogna evitare voli pindarici andando a  consolidare quanto è già presente sul territorio. Questo è in sostanza quanto è stato risposto all’interpellanza del consigliere Simoni, la quale si è dichiarata, lo ricordo ancora una volta, soddisfatta della risposta. Tutto il resto è propaganda…”.

(red)

Hits: 191

Condividi: