ARIANO POLESINE – RIPRENDONO GLI SCAVI ARCHEOLOGICI A SAN BASILIO – ERANO STATI INTERROTTI A CAUSA DEL COVID – SABATO 18 SETTEMBRE E’ PREVISTO IL SECONDO DEGLI EVENTI DENOMINATO “SCAVI APERTI”

Ariano Polesine – Dopo il fermo forzato dall’emergenza sanitaria, sono ripresi a San Basilio, piccola frazione di Ariano Polesine, gli scavi archeologici.

Sabato 18 settembre dalle ore 10 è previso il secondo degli eventi “Scavi Aperti” realizzati nell’ambito del progetto regionale Value, che promuove azioni finalizzate alla valorizzazione del patrimonio territoriale esistente, con particolare attenzione ai siti archeologici.

Protagoniste del progetto Value anche la direzione del Museo Archeologico Nazionale di Adria, dr.ssa A. Facchi e la Soprintendenza Archeologica, Belle Arti, Paesaggio, dr.sse MC. Vallicelli e G. Falezza. Dopo le indagini preliminari e la prima campagna di scavi condotta nel 2019 dalle due Università di Padova e Venezia e il forzato fermo causa Covid nello scorso anno, da inizi settembre di quest’anno sono riprese le attività volte a far luce sull’organizzazione e le strutture dell’ abitato dell’età del Ferro di San Basilio, che denota caratteristiche e vocazione di centro commerciale analoghe ad Adria e Spina.

L’evento, come il precedente, sarà condotto da Associazione Culturale Studio D in collaborazione con Cooperativa Co.Se.Del.Po, con il sostegno di Comune di Ariano Polesine e Fondazione Cariparo e grazie alla disponibilità delle direttrici di scavo rispettivamente dell’Università di Padova, prof.ssa S. Paltineri (turno di scavo settembre 2021) e dell’Università di Venezia, prof.ssa G. Gambacurta (turno di scavo ottobre 2021) che, con le loro équipes di studenti, apriranno eccezionalmente lo scavo, accogliendo i visitatori.

(d.m.b.)

Hits: 33

Condividi:

Lascia un commento