giovedì, Luglio 18, 2024
NewsPolitica

RIVA DEL PO – LA GIUNTA CHIAMA A RACCOLTA LE MINORANZE SUL REGOLAMENTO CHE DISCIPLINA LA CONCESSIONE A TERZI DEI BENI IMMOBILI DEL COMUNE – LE MINORANZE RISPONDONO PICCHE – CHISSA’ PERCHE’!?

DANIELA SIMONI

Riva del Po – La maggioranza chiama tutti a raccolta ma le minoranze disertano. E così partono le comunicazione, la prima a nome di Doriana Franciosi, Capogruppo della lista “Insieme per Riva del Po”.

“Lo scorso 17 maggio abbiamo inviato all’attenzione dei Capi gruppo consigliari di Riva del Po il Regolamento che Disciplina della concessione a terzi dei beni immobili del Comune di Riva del Po. L’8 giugno gli stessi Capi gruppo sono stati convocati alla riunione di approfondimento tecnico con i funzionari comunali fissata per lo scorso lunedì 14 giugno alle ore 20.30.

Nessuna delle tre Consigliere di minoranza Capo gruppo si è presentata. Come interpretare questa assenza? Sicuramente tutte avranno avuto impegni famigliari o lavorativi, oppure imprevisti dell’ultimo momento dato che l’ultima mail è stata spedita alle 20.06.

Ma rimane il rammarico per un’occasione persa per fare politica sana e non virtuale, di testa e non di pancia, per discutere di temi che riguarderanno tutti coloro che utilizzeranno i beni comunali, dalle associazioni di volontariato alle squadre di calcio ai singoli cittadini. Rimane anche il rammarico per non aver riconosciuto il lavoro fatto dai funzionari che hanno redatto un documento nuovo e aggiornato mai adottato nemmeno dai preesistenti Comuni di Ro e Berra.

Il regolamento che Disciplina della concessione a terzi dei beni immobili sarà comunque inserito all’odg del prossimo Consiglio comunale ma passerà in secondo piano perché come sappiamo, fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce”.

Immediata la risposta della consigliera Daniela Simoni “Gente di Riva del Po”. “Nel momento storico contingente caratterizzato dalla depressione economica, dall’assenza di servizi e di opportunità, dal collasso delle infrastrutture pubbliche, dall’abbandono e dall’incuria, la collega capogruppo del Pd (stranamente questa nota non è anonima e giusto per questo l’ho ritenuta degna di una risposta) pone l’attenzione sulla presunta (di solito alle domande poste la risposta più compiuta dei rappresentanti della maggioranza è “non so ma se vuoi mi informo”) discussione in commissione del Regolamento per l’utilizzo degli immobili comunali.

È già. Davvero vitale in questo momento. Se consideriamo che ormai quasi tutte le Associazioni del territorio si sono sciolte ed a quelle miracolosamente ancora sopravvissute è stata chiesta indietro la chiave delle strutture in uso. Ahh proprio perché si stava aspettando questo innovativo regolamento che come al solito non è altro che un copia/incolla di un altro ben fatto e della normativa vigente in materia.

Sai che sforzo per i funzionari che putta caso anche per questo sono stipendiati. E sai quanto le minoranze avrebbero potuto incidere in merito. Minoranze che non hanno mancato di rispetto comunicando per tempo la loro assenza. Minoranze che sono arcistufe di fumo negli occhi e di minchiate varie (scusate il francesismo).

Egregio gruppo di maggioranza contattateci per stilare insieme il bando di appalto degli asfalti o della illuminazione pubblica e allora si che sarete credibili e che ci troverete puntuali all’appuntamento. Chiamateci per impostare politiche economiche a favore delle famiglie delle imprese dei giovani e anche qui ci troverete all’orario indicato. Chiamateci per discutere della raccolta puntuale e del cappio delle partecipate e anche qui non avremo altri impegni impellenti. Tutto il resto è fuffa e lo rispediamo al mittente. Ricordate infine che mentre la foresta cresce Riva del Po muore”.

red

Views: 120

Condividi: