GUARDA – L’ASSESSORE POZZATI HA PREANNUNCIATO CHE IL MONUMENTO AI CADUTI DELLE GUERRE MONDIALI DI GUARDA SUBIRA’ UN INTERVENTO DI PULIZIA E SISTEMAZIONI VARIE CHE LO RIPORTERA’ AGLI ANTICHI SPLENDORI

Guarda – Il monumento ai caduti delle guerre mondiali di Guarda, che raffigura un soldato in bronzo con allegoria della vittoria sopra un cippo di marmo, presenta uno stato di conservazione mediocre e per questo l’amministrazione comunale di Riva del Po intende metterci mano.

Un intervento che è stato annunciato dall’assessore ai lavori pubblici Marco Pozzati e rientra tra i lavori già programmati e inseriti a bilancio. Il monumento, finanziato con le sottoscrizioni del popolo, è stato realizzato dallo scultore Mario Sarto e fu inaugurato il 21 ottobre 1923, durante una cerimonia conclusasi con uno spettacolo di fuochi d’artificio.

Durante il restauro, all’interno del monumento, sono stati ritrovati due documenti visibili all’interno della chiesa di Guarda: uno, in cornice grande, è un manifesto del Comitato Pro Monumento ai Caduti Guarda Ferrarese, con l’elenco dei membri del comitato e con l’indicazione della persona (sig. Rossi Igino) incaricata della raccolta delle offerte. L’altro, in cornice piccola, reca i nomi del marmista muratore, degli operai e del muratore, purtroppo con caratteri deteriorati.

Il monumento si trova al centro di un giardino, sul fianco della chiesa dell’Assunzione di Maria Santissima che guarda il Po, uno dei luoghi in cui Riccardo Bacchelli ambientò il celebre romanzo “Il Mulino del Po”.

L’opera è circondata da bassi pilastrini in pietra uniti da una catena di ferro ed è costituita da un basamento in lastre di marmo di Carrara che regge la statua in bronzo di un fante. Il soldato, col viso rivolto al cielo, tiene con una mano il fucile e con l’altra solleva una statuetta di vittoria alata che innalza a sua volta una corona di alloro. L’impostazione del militare ricorda quella del fante di Codigoro, realizzato dallo stesso scultore Mario Sarto (Codigoro 1885-Bologna 1955) un anno prima.

(d.m.b.)

Hits: 56

Condividi: