RO – INCONTRO AMMINISTRAZIONE COMUNALE CON GENITORI ALUNNI SCUOLA ELEMENTARE SABATO 17 APRILE A COPPARO PER LA SOPRESSIONE DELLA PRIMA CLASSE – FORSE QUALCOSA SI POTRA’ FARE MA DECIDERA’ IL DIRIGENTE SCOLASTICO

SCUOLA ELEMENTARE DI RO

Ro Sabato mattina, 17 aprile, presso la sede della scuola primaria di Copparo il dirigente scolastico Domenico Marcello Urbinati e l’amministrazione comunale di Riva del Po, rappresentata dall’assessore all’istruzione Silvia Brandalesi e il responsabile Affari Generali ed Istituzionali Luca Fedozzi, incontreranno i genitori degli alunni che il prossimo anno scolastico frequenteranno la classe prima delle elementari di Ro, per fare il punto della situazione sulla paventata chiusura della classe, a causa del basso numero di alunni iscritti.

“L’intento è quello di portare a conoscenza dei genitori la reale situazione – spiega l’assessore Brandalesi – e spiegare loro il cammino che stiamo percorrendo per scongiurare la chiusura della classe, fermo restando che comunque la decisione definitiva aspetta all’ufficio scolastico provinciale”.

Un cammino congiunto tra amministrazione e scuola dove nulla è lasciato al caso, interagendo con tutte le istituzioni. “Il contatto con l’ufficio provinciale – riprende l’assessore – da parte del dirigente Urbinati e costante e per questo siamo ottimisti su una soluzione positiva”.

Si fa sempre più insistente l’ipotesi di una unica classe prima a Berra con una sezione distaccata a Ro, che significherebbe che i 7 alunni iscritti possono frequentare la scuola nel loro paese.

“È una situazione auspicabile – commenta Brandalesi – dal momento che è già chiaro che, visto il basso numero di iscritti, non è possibile formare una classe prima a Ro. Rimane sempre l’incognita per il futuro, dove diventa impossibile dare certezze”.

“L’incontro di sabato – conclude l’assessore – sarà anche l’occasione per confrontarci con i genitori, ascoltare i loro problemi, le loro richieste, cercando, ove possibile, di assecondare. Ma soprattutto per per fare molta chiarezza sulla situazione in modo ufficiale evitando così allarmismi inutili”.

Nel mentre anche il sindaco Andrea Zamboni sta lavorando al caso, interagendo con la regione, facendo leva sul fatto che il comune di Riva del Po può avere agevolazioni dettate dalla collocazione in “zona svantaggiata”.

(d.m.b.)

Hits: 334

Condividi: